Notizie dalle gole del Melfa

Gole del Melfa: 7° edizione

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Marco CinelliAppena alle porte la settima edizione del raduno sul Fiume Melfa è il momento delle riflessioni e dei ringraziamenti.

Non c’è che dire, penso sinceramente che questa sia l’edizione perfetta. Abbiamo tanto sperato e sognato di poter scendere con le nostre canoe il Melfa con un livello degno del suo nome e con acqua cristallina e siamo stati esauditi. Scendere le gole con quell’acqua, a volte potente, a volte placida, ha lasciato dentro tutti un ricordo che per sempre sarà indelebile. Il commento allo sbarco di tutti è stato univoco, “perfetto”. E perfetta è stata anche l’organizzazione, come sempre curata nel dettaglio per quanto è in potere mio e di Tommasino.

Bello sempre rivedere tantissimi amici che onorano il fiume con la loro presenza ogni anno e che promettono di ritornare presto. L’Italia del kayak per un giorno ha scelto un angolo di Ciociaria troppe volte dimenticato e ridicolizzato. Per un giorno onore è stato reso al fiume ed alla natura. Ci hanno pensato tante canoe colorate, abilmente manovrate tra le rapide del Melfa. Il monito è sempre lo stesso, l’immobilismo pure. Tante promesse, poche certezze. In tutto questo scenario ambivalente, dove si scontrano paladini della natura e bugiardi, noi preferiamo però conservare il ricordo di una giornata memorabile dove il fiume Melfa è stato l’unico protagonista. Poche parole, tanti ricordi da conservare nel cuore. Come faccio io che rendo grazie per aver solcato ancora quelle nobili acque. A nome mio e di Tommasino grazie a tutti coloro che hanno partecipato e a tutti coloro che hanno reso possibile questo evento.

Mi dilungherei a fare i nomi. Non c’è bisogno di farsi pubblicità in questo momento. Il fiume conosce chi lo ama. Però noi una promessa la facciamo… non ci arrenderemo mai!

W il Melfa

Marco Cinelli